ASPRO
STUDIO

a cura di Sarah Amari

realizzazione sito di Ivan Valvassori

i crediti dei progetti sono in fase di inserimento, eventuali mancanze o imprecisioni saranno colmate nel più breve tempo possibile

VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza

as0160

2015 - on going

Partners:
Pan Associati
Its srl
Estudi Martì Franch
Arch. Franco Zagari

Vicenza, 2016

Il Parco della pace è da sempre un parco discusso, odiato e amato, grande come l’intero centro storico di Vicenza. L’invenzione per cambiare il volto di questo progetto consiste in un dispositivo urbano che si pone tra il parco e la città di Vicenza, tra la comunità e l’ex aeroporto Dal Molin. Le membrane urbane rappresentano la risposta che il progetto di paesaggio da al contemporaneo opponendosi alla sterilità dei piani urbanistici, spesso irrigiditi da un’alta vocazione funzionalista. Tali dispositivi garantiscono l’ibridazione delle destinazioni d’uso e governano le scale inserendosi come invenzioni omeopatiche sia alla scala della città sia nella dimensione architettonica. Processo di governance si è svolto attraverso delle giornate in Basilica palladiana tra cittadini, istituzioni e stakeholders che hanno portato la comunità in passeggiate all’interno del parco e tale processo è testimoniato da una piccola strenna uscita con il Giornale di Vicenza in 100.000 copie.

VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_0 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_1 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_2 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_3 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_4 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_5 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_6 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_7 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_8 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_9 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_10 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_11 VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza_12

mosaico dei lavori

VPP – Verso il Parco della Pace Vicenza

as0160
2015 - on going
Partners:
Pan Associati
Its srl
Estudi Martì Franch
Arch. Franco Zagari

Vicenza, 2016

Il Parco della pace è da sempre un parco discusso, odiato e amato, grande come l’intero centro storico di Vicenza. L’invenzione per cambiare il volto di questo progetto consiste in un dispositivo urbano che si pone tra il parco e la città di Vicenza, tra la comunità e l’ex aeroporto Dal Molin. Le membrane urbane rappresentano la risposta che il progetto di paesaggio da al contemporaneo opponendosi alla sterilità dei piani urbanistici, spesso irrigiditi da un’alta vocazione funzionalista. Tali dispositivi garantiscono l’ibridazione delle destinazioni d’uso e governano le scale inserendosi come invenzioni omeopatiche sia alla scala della città sia nella dimensione architettonica. Processo di governance si è svolto attraverso delle giornate in Basilica palladiana tra cittadini, istituzioni e stakeholders che hanno portato la comunità in passeggiate all’interno del parco e tale processo è testimoniato da una piccola strenna uscita con il Giornale di Vicenza in 100.000 copie.